3 febbraio 2012

Il chirurgo e l'idraulico

Quando in cantiere trovo un idraulico simpatico mi viene sempre in mente una vecchia barzelletta che mio padre mi raccontava spesso.



C'è un famoso chirurgo che ha un rubinetto che perde a casa. Chiama un idraulico, che viene, svita il rubinetto, mette un po' di canapa, riavvita il rubinetto e voilà, in venti minuti è tutto sistemato.



Quant'è? - chiede il chirurgo.
Sono 100 Euro - risponde l'idraulico.
Ma come - dice il chirurgo - io che sono un famoso medico per una visita di un'ora chiedo 100 Euro, lei per venti minuti scarsi di lavoro chiede la stessa cifra?


Ma anch'io quando facevo il chirurgo chiedevo così poco... - conclude l'idraulico!


(non me ne vogliano gli idraulici ne i medici...)


aggiunta del 23 maggio 2015:

Leggendo un libro bellissimo qualche mese fa (Anthony De Mello - Messaggio per un'aquila che si crede un pollo) che raccomando di leggere assolutamente a tutti, ho ritrovato la storiella scritta in modo leggermente diverso ma con lo stesso concetto. Chissà se è l'origine della storia (la prima edizione del libro è del 1990). Ecco le poche righe:
Avete mai sentito parlare di quell'avvocato che aveva ricevuto la fattura dell'idraulico?
L'avvocato disse all'idraulico: "Ehi, ma tu mi costi duecento dollari all'ora. Non li prendo nemmeno io che sono avvocato!"
E l'idraulico: "Nemmeno io li prendevo, quando facevo l'avvocato!".