20 agosto 2012

Riflessione sugli interni di un esercizio commerciale

Ieri sono stato in un centro commerciale. Tra i vari negozi uno mi ha colpito per com'era realizzato l'interno. L'ambientazione era particolare: le luci molto basse, quasi al buio, salvo spot puntati sugli articoli in vendita (abbigliamento casual), musica ad alto volume (anche abbastanza bella), un paio di pannelli multischermo con le immagini in tempo reale di webcam piazzate su una spiaggia americana piena di surfisti (sullo schermo veniva riportata l'ora locale). Arredamenti in legno scuro, salottini con poltrone in similpelle, ecc.

Mi è sembrato un insieme interessante.



Quando sono andato alla cassa a pagare, guardando i ragazzi che lavoravano dietro il bancone mi è venuto da pensare (deformazione professionale...) al fatto che passano probabilmente 8 ore lì dentro, sottoposti a luce bassa e rumore alto. Io da utente, anche non giovanissimo naturalmente, pur essendo attratto da quel tipo di ambiente dopo un po' sono stato ben felice di uscirne, ma uno che ci lavora, per quanto molto giovane, può resistere tante ore lì dentro? Certo, è un po' come andare in discoteca, ma qui si tratta di un ambiente di lavoro, e ci sono leggi piuttosto precise in materia. Quali verifiche faranno? Come minimo una valutazione del rumore, una visita oculistica? Orari di lavoro ridotti?

P.S. Sono andato a vedere il sito del marchio, e devo dire che rispecchia l'atmosfera buia del negozio...

2 commenti: